L’edizione 2016 della Race for the cure a Roma (Fonte: Komen Italia via Twitter)
in foto: L’edizione 2016 della Race for the cure a Roma (Fonte: Komen Italia via Twitter)

Il record è stato battuto: in 63mila hanno partecipato a Roma all'ultima giornata della "Race for the cure", la maratona per la lotta ai tumori al seno. Si tratta di una manifestazione di tre giorni organizzata dalla onlus Susan G. Komen Italia, che dal 2000 si svolge a Roma e in altre città italiane. Migliaia di persone hanno preso parte oggi alla tradizionale corsa di 5 chilometri e alla passeggiata sulla distanza di 2 chilometri. Al termine, grande festa al Circo Massimo con la premiazione dei vincitori e il lancio di migliaia di palloncini rosa che hanno invaso il cielo della Capitale.

Offerti screening e visite gratuite

L'associazione Susan G. Komen opera dal 2000 nella lotta ai tumori al seno. E la prevenzione e la diagnosi precoce dei tumori sono state la parole d'ordine dei tre giorni della manifestazione. Secondo quanto hanno riferito gli organizzatori, infatti, fino a sabato pomeriggio sono state offerte gratuitamente "circa 830 tra visite senologiche, mammografie, ecografie, visite dermatologiche, ecografie tiroidee, ecografie pelviche e addominali, consultazioni sulla nutrizione, sul tumore del polmone e sul tumore del colon". L'attività ha consentito a a sette persone di scoprire di essere affette da tumori al seno e alla pelle, che potranno così essere precocemente trattati. L'iniziativa di prevenzione è stata possibile grazie alla collaborazione con la Fondazione Policlinico Universitario Gemelli, la Fondazione Johnson & Johnson e la Regione Lazio. Anche Federfarma ha contribuito alla tre giorni offrendo al pubblico oltre 2.700 controlli, come la misurazione della pressione e il controllo della glicemia. Negli stand della Regione Lazio, infine, 120 donne si sono potute prenotare per screening sul tumore del collo dell'utero, mammografie screening per il tumore colon-rettale.

Adesso la "Race for the cure" si sposterà in altre città italiane: a Bari dal 20 al 22 maggio, a Bologna dal 23 al 25 settembre e a Brescia dal 14 al 16 ottobre.