Violenza familiare a Pontecorvo, in provincia di Frosinone, dove un uomo ha aggredito sua mamma e sua sorella prendendole a botte e a sassate. Maltrattamenti ripetuti nel tempo per i quali i carabinieri della Compagnia locale hanno arrestato un 37enne del posto. Le indagini sono partite dalla denuncia delle due donne, che, esauste per le continue minacce e percosse ricevute, hanno preso coraggio e, facendosi forza a vicenda, si sono rivolte in caserma. Le violenze andavano avanti da mesi, ma madre e figlia inizialmente avevano deciso di non far nulla, sperando che il loro caro cambiasse atteggiamento. Tuttavia presto si sono accorte che concedergli tempo e fiducia non sarebbe servito a niente, quindi hanno raccontato tutto ai carabinieri. Dalle loro dichiarazioni è emerso che spesso il figlio e fratello violento anche per futili motivi o durante dei litigi le picchiava. In uno dei tanti episodi l'uomo ha preso una delle due strattonandola e lanciandole contro una pietra. In quel frangente la vittima ha riportato delle ferite provocate dal sasso, per questo è stata soccorsa e medicata in ospedale.

Arrestato per maltrattamenti in famiglia

I militari, dopo aver ascoltato attentamente il racconto delle due donne, hanno raccolto gli elementi a loro necessari per avviare l'attività d'indagine e verificare le responsabilità a carico dell'uomo. L’autorità giudiziaria, visionando gli accertamenti svolti dai militari ha poi emesso il provvedimento di custodia cautelare nei confronti dell'uomo. I carabinieri ne hanno dato esecuzione e sono andati a prenderlo: per il 37enne sono scattate le manette. L'uomo è stato arrestato e portato in caserma, per poi essere trasferito nella Casa Circondariale di Cassino dove dovrà rispondere alle accuse di maltrattamenti in famiglia.