256 CONDIVISIONI
Covid 19
14 Maggio 2020
11:42

Ostia, stop all’assalto delle auto sul litorale: strada pedonalizzata e navette per andare al mare

Niente più assalto delle macchine sulla litoranea di Ostia, più navette, bici e monopattini. Il Municipio X si prepara all’arrivo degli avventori per la Fase 2, annunciando che una parte della litoranea sarà pedonalizzata. Ci saranno posti per le auto a hoc in alcuni parcheggi adibiti lungo il resto della strada.
A cura di Natascia Grbic
256 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Arriva il caldo e con esso la voglia delle persone di andare al mare, prendere il sole e tuffarsi tra le onde. Se gli scorsi anni era possibile, e Ostia in questo periodo era già presa d'assalto da centinaia di persone, questa volta con la pandemia globale in corso le cose saranno ben diverse. Per permettere alle persone di fruire delle spiagge libere, saranno messe in campo delle misure di sicurezza dal Municipio X: ingressi contingentati, pedonalizzazione di una parte della litoranea, navette che dalla stazione Lido portano ai ‘cancelli'. Si tratta di disposizioni volte a limitare l'uso delle auto e a favorire forme di mobilità alternativa. Oltre che ovviamente a evitare l'assalto alle spiagge che si verifica inevitabilmente ogni estate.

"Stiamo pensando alle navette per accedere alla litoranea, mentre per il centro di Ostia potenzieremo i servizi di bike sharing e noleggio di monopattini elettrici – spiega a Fanpage.it la minisindaca di Ostia Giuliana Di Pillo – Per la litoranea stiamo studiando un piano strategico che ne prevede in parte la pedonalizzazione, mentre l'altra sarà a doppio senso con parcheggi dove è possibile".

Non è ancora certo quando la stagione balneare potrà aprire e quando sarà possibile andare in spiaggia. Le modalità con le quali si potrà tornare al mare sono ancora in fase di discussione. "Tutte le misure che stiamo mettendo in atto sono volte a far ripartire le attività in sicurezza, in modo da permettere a tutti di superare questa delicatissima fase – conclude Di Pillo – Ai cittadini di fruire dei loro spazi nella maniera migliore possibile, e alle attività di operare in sicurezza: sia per i lavoratori sia per le persone che dovranno usufruire dei loro servizi".

256 CONDIVISIONI
32138 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni