Virginia Raggi
in foto: Virginia Raggi

I militanti della Lega, alla grande manifestazione in programma in piazza San Giovanni, e quelli del Partito democratico, con gazebo sparsi per la città, stanno raccogliendo firme per chiedere le dimissioni della sindaca di Roma, Virginia Raggi. La diretta interessata, che questa mattina ha inaugurato i lavori per il nuovo skate park in riva al mare di Ostia, ha risposto così: "Io direi che si risponde sempre con i fatti. E i fatti qui ad Ostia li stiamo facendo, non solo con questo cantiere, stiamo lavorando tantissimo per risanare il litorale, per ripristinare quei lavori di manutenzione ordinaria che per troppi anni sono mancati perché il Municipio X, per anni e' stato sciolto per Mafia. Eravamo in aula per la condanna al processo Spada e per Mafia capitale e ieri in Cassazione e ci saremo martedì per la sentenza: ripeto si risponde con i fatti".

Pd e Lega raccolgono le firme contro la sindaca Raggi

L'iniziativa dei democratici contro la sindaca si intitola ‘Raggi ora Basta' e consiste in una serie di gazebo in diverse zone della città per raccogliere firme contro la prima cittadina, con la quale, ha ribadito anche il segretario nazionale Nicola Zingaretti, non ci sarà mai un'alleanza. Diverso è il discorso per quanto riguarda le comunali del 2021 e in questo caso i dem non escludono alleanze con i 5 Stelle (ma senza Raggi candidata): "Non possiamo sapere cosa accadrà nei 5stelle. Secondo Roberta Lombardi, ad esempio, Raggi non si può ricandidare. Io dico ‘pensiamo prima a casa nostra'. Poi rivolgeremo un appello al voto a tutti gli elettori", ha spiegato il capogruppo capitolino del Pd Giulio Pelonzi. Per la lega è il capogruppo Maurizio Politi a spiegare il senso dell'iniziativa di oggi: "Raccogliamo le firme sia perle dimissioni della Raggi, sia per la proposta di legge di iniziativa popolare sulla modifica della legge elettorale. L'obiettivo è raccogliere decine di migliaia di firme che consegneremo al sindaco, alla fine della nostra campagna".