Incendio lungo via Cassia a Roma, dove un autocompattatore Ama ha preso fuoco. Le fiamme si sono propagate intorno alle ore 11 di oggi, martedì 14 gennaio, all'altezza di via Villa Lauchli, nel quadrante Nord della Capitale. Ancora da chiarire le cause del rogo. A dare l'allarme il conducente del mezzo adibito alla raccolta e al trasporto dei rifiuti della Capitale e gli automobilisti di passaggio, che hanno chiesto l'intervento dei vigili del fuoco. Fortunatamente nell'incendio non è rimasto ferito nessuno. Il conducente è infatti riuscito a mettersi in salvo in tempo. Secondo le informazioni apprese stava percorrendo via Cassia quando, improvvisamente, ha avvertito un forte odore di bruciato e, temendo che il veicolo stesse prendendo fuoco, ha fermato il mezzo ed è sceso rapidamente dall'abitacolo. Sul posto sono intervenuti i pompieri della squadra di competenza del Comando Provinciale di Roma, arrivati con due mezzi. I vigili del fuoco hanno lavorato sul posto ma per domare le fiamme è stato necessario il supporto di un'autobotte.

Via Cassia chiusa: traffico deviato

Inevitabili i disagi alla circolazione, con traffico e code lungo via Cassia. All'arrivo dei vigili del fuoco la strada è stata chiusa per agevolare le operazioni di spegnimento. Il veicolo è stato completamente avvolto e distrutto dalle fiamme, che lo hanno ridotto ad un rottame. I pompieri hanno dovuto far fronte a una nube di fumo che si è sprigionata dal rogo e ha reso impossibile la viabilità. Per questo motivo e per ragioni di sicurezza, via Cassia è stata chiusa al traffico in entrambe le direzioni e la circolazione dei veicoli è stata deviata lungo via Vilfredo Pareto. La situazione è tornata alla normalità a conclusione dell'intervento, il mezzo Ama estinte le fiamme è stato rimosso e la strada riaperta, prima con senso unico alternato e poi completamente di nuovo accessibile.