La visita dei piloti ai piccoli pazienti dell’Ospedale Bambino Gesù
in foto: La visita dei piloti ai piccoli pazienti dell’Ospedale Bambino Gesù

Solo nel 2018 gli aerei dell'Aeronautica Militare hanno trasportato 110 persone in pericolo di vita, 65 dei quali erano bambini e ben 32 di questi sono stati trasferiti d'urgenza al Bambino Gesù di Roma da altri ospedali italiani e stranieri. Questa mattina i piloti eroi della 46esima Brigata Aerea di Pisa, uno dei reparti deputati al trasporto sanitario, hanno visitato i piccoli pazienti del nosocomio pediatrico romano. Gli aerei sono pronti al decollo giorno e notte, anche in condizioni di meteo avverso e quelli della 46esima brigata sono gli unici in grado imbarcare direttamente le ambulanze con i pazienti a bordo. Questa modalità di trasporto si rende necessaria quando la persona malata ha bisogno del supporto costante di particolari apparecchiature
mediche.

I piloti hanno incontrato la presidente Mariella Enoc e i piccoli pazienti nella ludoteca della sede Roma-Gianicolo. La delegazione era composta dal Comandante, Generale di Brigata Aerea Girolamo Iadicicco, e da un equipaggio del Reparto. Al termine dell’incontro i piccoli pazienti hanno accolto gli “eroi dell’aria” sulle note di ‘Nel blu, dipinto di blu’. Come ringraziamento i piloti hanno distribuito doni e gadget, tra cui poster, foto e cappellini. In particolare è stato donato un poster che ritrae uno degli aerei con una dedica speciale a tutti i bimbi: "Ai coraggiosi piccoli pazienti dell'Ospedale Bambino Gesù e ai loro straordinari genitori. Con immenso affetto la '46esima Brigata Aerea'.