Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Giallo a Torvaianica, dove la scorsa notte un uomo si è recato all'ospedale Sant'Anna con una ferita di arma da fuoco alla gamba. Subito soccorso, non è in pericolo di vita ma ha l'arto fratturato: trasferito all'ospedale Sant'Eugenio di Roma, si trova ancora ricoverato, mentre i carabinieri stanno facendo gli accertamenti del caso. L'uomo, un 33enne di origine argentina, non parla: nonostante le domande degli inquirenti, non si è dimostrato collaborativo e non ha proferito parola su chi gli avrebbe sparato. Tutto si è svolto la scorsa notte a Torvaianica, una frazione del comune di Pomezia: il 33enne, con alcuni precedenti alle spalle, si è avvicinato con la vistosa ferita alla gamba a un mezzo del 118 che stazionava lungo la via del Mare, chiedendo aiuto. Portato in ospedale, è stato curato, ma per adesso non ha ancora parlato delle circostanze in cui si è verificata la sparatoria. Sul caso indagano i carabinieri della stazione di Torvaianica e quelli della compagnia di Pomezia.

Non si sa chi abbia ferito l'uomo né per quale motivo abbia deciso di sparare. Se fosse un avvertimento, una gambizzazione, o un tentativo di omicidio non riuscito. Solo le parole del 33enne potrebbero aiutare a far luce su quanto accaduto la scorsa notte, ma l'uomo per adesso ha deciso di non parlare. Forse per paura di ritorsioni o magari perché ancora sotto shock per quello che gli è accaduto. Fatto sta che la vicenda poteva finire in tragedia: fortunatamente sulla via del Mare ha incontrato un mezzo del 118, che è riuscito a soccorrerlo subito e a portarlo in ospedale per tempo. Si vedrà cosa accadrà nelle prossime ore, se deciderà di collaborare o meno. Intanto continua a rimanere il mistero su quanto accaduto.