I momenti della rissa in corso Como a Milano
in foto: I momenti della rissa in corso Como a Milano

Succede che i dissing nati nelle stories di Instagram ogni tanto arrivino nel mondo reale. È capitato (di nuovo) al trapper romano Gallagher, al secolo Gabriele Magi, che mentre camminava nel centralissimo corso Como a Milano, ha rimediato un ceffone da un altro giovanissimo cantante Ronda Sosa. Entrambi sono personaggi minori della scena trap nelle rispettive città. Nel video si vede come subito dopo essere stato colpito si allontana mentre i due gruppi di amici si fronteggiano sferrando qualche pugno e qualche calcio. Ma cosa ha scatenato a rabbia di Ronda Sosa? Il trapper meneghino non ha apprezzato alcune sprezzanti frasi riferite da Gallagher a una sua esibizione di freestyle, così saputo che si trovava a Milano ben geolocalizzato nelle stories sui social, è andato a "chiarire" la vicenda di persona.

La banda di ragazzini rivali, secondo Gallagher, avrebbe tentato di rubargli le collane (segno distintivo di ‘successo' e ricchezza per le giovani leve della trap) e gli avrebbero messi in fuga in "due contro venti". Il trapper romano non sapeva di essere stato ripreso e a dire il vero quello che è accaduto sembra poco più che una innocua scaramuccia. Il giorno dopo è tornato nuovamente sull'episodio: "Buongiorno ragazzi a me piace l'adrenilina, mi piacciono i ragazzi pazzerelli, però io ieri stavo con la mia ragazza… un gruppetto ha dato anche un calcio alla mia ragazza, mi siete venuti a disturbare, in quaranta così… È uscito un video su una pizzetta… L'amico tuo ha preso una boccia di olio in testa, l'altro amico tuo Junko porcodue non te lo dico manco è uno scolapasta…". Poi parla della sua situazione giudiziaria e cambia completamente tono, spiegando di stare rigando dritto e che la cosa è importante è fare la musica non le sfide di questo tipo: "Io sono stato il primo a fare gli sbagli, ora sto lavorando, non devo dimostrare niente e a nessuno… siete dei pagliacci se fate così, la mattina alzatevi e andate in studio a fare la musica, vi do questo come consiglio".

L'arresto di Gallagher e Traffik

Tornato a piede libero dopo una condanna a due anni e mezzo per rapina aggravata assieme al suo amico e collega Traffik, Gabriele Magi continua a far parlare di sé ,e non per la musica. Secondo gli inquirenti il 23 febbraio dello scorso anno i due avrebbero aggredito prima tre ragazzi che gli chiedevano degli autografi, tra cui un minorenne, nei pressi della Stazione Termini, poi un cinquantenne che attraversava la strada.