Una nuova giornata e nuovi disagi per i pendolari della Roma-Lido. Anche oggi forti rallentamenti sulla linea, dovuti questa volta a un cortocircuito alla sottostazione elettrica di Acilia”, come informa Atac su Twitter e non a un furto di rame come precedentemente annunciato. “Ogni giorno un problema”, ha commentato l’assessore alla Mobilità di Roma Capitale, Stefano Esposito.

Esposito: "Pensiamo a rimborsi"

"Si tratta del 24esimo furto di rame che si verifica su questa tratta. Per informarlo della situazione ho chiamato il Prefetto Gabrielli, che si è impegnato a sensibilizzare il Questore e il Comandante Provinciale dei Carabinieri per rinforzare la vigilanza notturna lungo la linea. Invierò questa mattina una lettera ai vertici Atac, chiedendo che si proceda a saldare la griglia dei cavi elettrici lungo la tratta, scelta di cui mi assumo personalmente la responsabilità. Chiederò inoltre ai vertici Atac di studiare la possibilità di un rimborso sugli abbonamenti annuali, come segno di attenzione verso l'utenza. Chiederò, infine, alla Regione Lazio, proprietaria della linea, uno stanziamento straordinario per coprire gli eventuali costi di questa iniziativa".Lo spiega, in una nota, l'assessore alla mobilità e ai Trasporti di Roma Capitale Stefano Esposito.

I precedenti

Poco meno di una settimana fa, alcuni pendolari proprio della Roma-Lido erano stati fatti scendere sui binari all'interno di una galleria per la rottura di un convoglio, il terzo ricoverato in officina solo in quel giorno. Martedì scorso i passeggeri della Roma-Viterbo erano stati costretti ad attraversare i binari per poter uscire dalla stazione Flaminio per la troppa ressa causata dalla soppressione di alcune corse.