Foto gentilmente concessa da Latina Oggi
in foto: Foto gentilmente concessa da Latina Oggi

Ha ucciso la cugina e il marito a colpi di pistola, poi si è suicidato. Tragedia in pieno centro a Formia, in provincia di Latina, dove un sessantaquattrenne ha sparato contro i coniugi suoi parenti, per poi togliersi la vita. Secondo le in formazioni apprese i morti sarebbero tre insegnanti: Pasquale Forcina, l'uomo che ha sparato, Fausta Forcina e Giuseppe Gionta le due vittime. I due coniugi erano professori all'Istituto Comprensivo Dante Alighieri. La vicenda è accaduta nella serata di oggi, giovedì 9 gennaio, in piazza Mattei, nel Comune sul litorale pontino. Vittime una donna di sessantasette anni e un settantenne, per i quali non c'è stato purtroppo nulla da fare. Un grande dispiegamento di sirene, che ha allertato i cittadini, in decine sono scesi in strada preoccupati.

Duplice omicidio e suicidio a Formia

Secondo le informazioni apprese la coppia e l'aggressore abitavano nello stesso palazzo all'altezza del civico 39 e tra loro serpeggiava un malcontento per questioni legate all'eredità e a interessi economici. A dare l'allarme alcuni residenti che hanno avvertito delle urla provenire dal palazzo, poi dei boati. Ricevuta la segnalazione, si è attivata la macchina delle emergenze. Uno dei tre cadaveri è stato ritrovato sulle scale.

Indagano i carabinieri

Sul posto è intervenuto il personale sanitario del 118 e i carabinieri, inutile la corsa dell'ambulanza. Sul caso indagano i carabinieri coordinati dalla Procura, che hanno svolto i rilievi scientifici, per fare chiarezza sulla dinamica dell'accaduto. A raggiungere gli investigatori anche la sindaca Paola Villa, che si è recata sul posto. Terminati gli accertamenti, le salme dei due coniugi saranno trasferite all'obitorio, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, per l'autopsia.