Nasce a Roma Fiumicino la "Business City", un vero e proprio centro direzionale innovativo. Sorgerà accanto ai terminal dell'aeroporto internazionale Leonardo da Vinci, è facilmente raggiungibile tramite autostrada e ferrovia, ed è progettata per offrire "a imprese, incubatori, start up, professionisti italiani e stranieri, servizi e ambienti innovativi per gestire il proprio business su scala globale".

Formato da sette edifici, la "Business City" conterrà "uffici ispirati ai principi dello smart e del coworking, progettati per favorire le sinergie di business tra aziende internazionali e locali", come spiegato da Adr in una nota, "questo modello faciliterà anche la creazione di incubatori di impresa, grazie ad ambienti lavorativi adatti alla collaborazione creativa e all'innovazione". Sarà presente anche un grande centro congressuale di 1.300 posti per convegni ed eventi giornalieri e plurigiornalieri, nonché due alberghi. Gli uffici saranno quindi operativi 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

"L'investimento previsto, pari a 190 milioni di euro", prosegue la nota di Adr, "consentirà al Leonardo da Vinci di allinearsi a quanto già realizzato dai più importanti scali europei come Londra, Zurigo, Amsterdam, Francoforte e Parigi, le cui aree aeroportuali sono diventate motori di sviluppo anche per il settore real estate e per il territorio circostante e soprattutto per il traffico aereo legato al mondo business". Questo perché la Business City, una volta arrivata a pieno regime, "sarà in grado di occupare in modo diretto circa 5.300 lavoratori, a cui si aggiungerà l'occupazione indiretta e l'indotto, per un totale di 23.500 impiegati complessivi", ha aggiunto ancora la nota di Adr.