Un epilogo tragico quello della vacanza di un comitiva di giovani romani in Salento, meta preferita soprattutto da giovani e giovanissimi per il mare ma anche per l'offerta di divertimenti tra concerti e feste sulle spiagge. Nella serata di martedì scorso un ragazzo di 22 anni è stato denunciato dai carabinieri della Compagnia di Maglie, per aver accoltellato un amico con cui era partito per un periodo che doveva essere esclusivamente all'insegna di mare e divertimento e invece ha avuto tutt'altro epilogo. Vittima dell'aggressione un 26enne trasportato all'ospedale Vito Fazzi di Lecce dove è stato medicato per una ferita da arma da taglio. Le sue condizioni fortunatamente non destano particolare preoccupazione nonostante la coltellata infertegli dal compagno di viaggio. L'arrivo del ragazzo ferito in ospedale ha fatto scattare immediatamente le indagini per appurare cosa fosse accaduto, nonostante la reticenza del giovane nel raccontare i fatti.

L'aggressione al culmine di un litigio per futili motivi

Secondo quanto ricostruito dai militari intervenuti nella casa vacanze di Santa Cesarea Terme dove si è consumata la violenza, l'aggressione sarebbe scattata al culmine di un litigio per futili motivi. Litigio che sarebbe stato alimentato in maniera determinante dal fatto che entrambi erano sotto l'effetto di sostanze stupefacenti e alcolici. Il 22enne è stato denunciato per porto abusivo di arma da taglio (il coltello utilizzato è stato rinvenuto in casa dai carabinieri), lesioni personali aggravate, detenzione di sostanze stupefacenti (nello specifico una modica quantità di marijuana) e rilasciato a piede libero. Deferiti all'autorità giudiziaria come consumatori di stupefacenti anche il ragazzo aggredito e un terzo amico che si trovava nella casa con loro, un 25enne residente ad Anzio.