Rifiuti Roma
in foto: Rifiuti Roma

Per il momento non c'è la necessità di prorogare l'ordinanza regionale sull'emergenza rifiuti a Roma, che quindi scadrà il prossimo 15 ottobre. A dirlo è l'assessore ai Rifiuti della Regione Lazio, Massimiliano Valeriani, che oggi ha partecipato, insieme al capo dello staff della sindaca Raggi, Max Bugani e alla delegata ai rifiuti Valeria Allegri, a una riunione sulla situazione dei rifiuti convocata al ministero dell'Ambiente. Per Valeriani  "l'accordo siglato con le Marche e l'Abruzzo e la ripresa quasi totale degli impianti di Malagrotta fanno tirare un sospiro di sollievo. Rispetto a questo verificheremo nei prossimi giorni l'esigenza o meno di prorogare l'ordinanza". Se Ama e Comune di Roma chiederanno una ulteriore proroga, la Regione valuterà in merito. Un'apertura, questa, che è stata accolta con favore dal Campidoglio.

Incontro al Ministero dell'Ambiente: "Massima collaborazione tra Comune e Regione"

Stando a quanto si apprende, l'incontro è durato circa tre ore e il clima è stato di "massima collaborazione", con l'obiettivo di lavorare per scongiurare una possibile crisi nella raccolta durante il periodo delle feste natalizie. Bugani ha riferito anche in merito al recentissimo cambio al vertice di Ama, sottolineando che il neo amministratore unico, Stefano Zaghis, "ha un mandato chiaro. Nei prossimi giorni ci presenteremo con un piano industriale e le conferme sull'approvazione del bilancio che, ovviamente, sono fondamentali". Altro argomento di discussione, la prossima chiusura della discarica di Colleferro (a fine dicembre), con il Comune che si impegnato "a trovare delle soluzioni-ponte per gestire la fase di transizione".

Dopo la chiusura di Malagrotta, quella di Colleferro era l'unica discarica di servizio per i rifiuti di Roma, che quindi potrebbero essere inviati all'estero per far fronte a una possibile emergenza. Non è stata esclusa, inoltre, la possibilità che Campidoglio e Regione lavorino insieme per realizzare nuovi e innovativi impianti. Valeriani in questo senso ha sottolineato la comune volontà "di trovare insieme soluzioni a medio e lungo termine, che significa un piano industriale di Ama e la scelta di discutere delle soluzioni impiantistiche che servono alla città. Oggi c'era anche la nuova delegata della sindaca ai rifiuti e questo lo salutiamo come un fatto positivo, ci vuole qualcuno che se ne occupi h24". "Il dato importante politico è che c'è grande spirito di collaborazione per arrivare a una soluzione. Ovviamente ci vorranno delle risposte chiare da parte dell'azienda però, sottolineo, il ministro Costa la sindaca Raggi e il presidente Zingaretti stanno operando insieme per trovare le soluzioni", ha convenuto Bugani.