Coronavirus
in foto: Coronavirus

Lui è già guarito da giorni e sta affrontando il percorso di riabilitazione, mentre lei è stata da poco trasferita dalla terapia intensiva al reparto ordinario, dopo che i test sul nuovo coronavirus sono risultati negativi. Ieri i medici li hanno considerati praticamente guariti e l'uomo può essere già dimesso. "Grazie, i medici italiani ci hanno curato e salvato la vita", avrebbero detto ai medici dell'istituto di malattie infettive Lazzaro Spallanzani i coniugi cinesi, i primi due casi del nuovo coronavirus in Italia e i primi due pazienti gravi a guarire (il primo in assoluto è stato il giovane ricercatore italiano rientrato da Wuhan e risultato positivo. Non ha mai avuto sintomi gravi). Ieri i medici hanno ammesso di essere stati seriamente preoccupati per le condizioni dei turisti cinesi, ma fortunatamente e grazie a un farmaco straniero i due ora sono fuori pericolo.

Il bollettino dello Spallanzani

La coppia cinese, attualmente ricoverata in degenza ordinaria, prosegue nel percorso di risoluzione della sintomatologia clinica, hanno fatto sapere i medici dello Spallanzani nel bollettino odierno. Niccolò, lo studente italiano di 17 anni ritornato per ultimo da Wuhan, sta concludendo il periodo di osservazione ed è in ottime condizioni. "Sono stati valutati, ad oggi, presso la nostra accettazione 167 pazienti, di questi, 120, risultati negativi al test, sono stati dimessi. Quarantasette sono i pazienti tuttora ricoverati", si legge ancora sul bollettino diramato dall'ospedale Spallanzani.

"Da oggi comunicheremo solo casi rilevanti"

"In Italia si sta lavorando affinché vengano comunicati solo i casi di nuovo coronavirus clinicamente rilevanti, ovvero i casi clinici di pazienti in rianimazione o morti, come avviene negli altri Paesi del mondo. Ipositivi ai tamponi fatti per qualsiasi altro motivo andranno in una lista separata estremamente importante per la definizione della situazione epidemiologica", ha detto il direttore scientifico dell'Istituto Spallanzani, Giuseppe Ippolito.