Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Un uomo di 26 anni è stato arrestato ieri sera nei pressi del Colosseo, accusato di aver rubato un portafoglio a uno studente. Tuttavia non si trattava di un ladro qualunque, bensì di uno dei "centurioni romani" che si aggirano nei pressi dei monumenti di Roma, diventati famosi per estorcere denaro ai turisti desiderosi di scattare una foto con loro. Questa volta non è stata necessaria la foto, ma si è passati direttamente all'azione. Uno dei finti centurioni si aggirava nei pressi dell'Anfiteatro Flavio, quando si è imbattuto in un gruppo di turisti svizzeri in vacanza nella Capitale: erano tutti studenti, che senza sospettare nulla si sono avvicinati al 26enne, chiedendogli di fare una foto ricordo. Una volta passati al pagamento l'uomo ha sfilato con destrezza il portafoglio di un ragazzo: in totale ha rubato 80 euro in banconote, che ha prontamente nascosto in una sacca rossa nascosta sotto il mantello per poi fuggire via nelle vie vicino al Colosseo.

Gli studenti hanno immediatamente allertato le forze dell'ordine, avvisandole del furto avvenuto. Quando gli agenti sono giunti sul posto per controllare il territorio, il falso centurione si è riavvicinato alla vittima, restituendogli 20 euro. Il "soldato romano" ha poi affermato che i restanti 60 erano stati consegnati dallo studente ad altri due "gladiatori", che nel frattempo si erano allontanati. Tuttavia i sospetti sono aumentati quando il ladro si è rifiutato di essere sottoposto al controllo, cominciando a inveire sugli agenti. La sua resistenza non è stata ascoltata: l'uomo è stato accompagnato negli uffici del commissariato "San Paolo" e durante la perquisizione gli uomini hanno trovato nella tasca sotto il mantello le due banconote mancanti, una da 50 e l'altra da 10 euro.