Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Uno studente di 12 anni è stato minacciato e picchiato da alcuni compagni di scuola più grandi, che lo hanno riempito di botte, fino a farlo finire in ospedale. L'atto di bullismo è accaduto durante la mattinata di ieri, mercoledì 20 febbraio, in una scuola media del Portuense, nel municipio XI di Roma, proprio nella zona in cui il 15 dicembre scorso è stata organizzata una manifestazione con le associazioni, l'Imam e le famiglie per dire no al bullismo, alla violenza e alle discriminazioni. A riportare la notizia La Repubblica, che ha raccontato come l'episodio di violenza nei confronti del bambino sia il terzo nel giro di due mesi. Secondo quanto riporta il quotidiano online, il 12enne sarebbe stato picchiato "perché egiziano". A trovarlo a terra, privo di sensi, sulla strada per andare a scuola, sono stati i suoi compagni, che lo hanno aiutato ad alzarsi e ad andare in classe. Quando le insegnanti lo hanno visto, preoccupate, hanno chiamato immediatamente ambulanza e le forze dell'ordine che sono intervenuti sul posto.

Studente 12enne vittima di bullismo

I sanitari del 118 lo hanno trasportato all'ospedale San Camillo, dov'è stato ricoverato e tenuto sotto osservazione. Così l'hanno accompagnato a scuola dove le insegnanti hanno chiamato immediatamente ambulanza e forze dell'ordine. Sulla nuova violenza indaga la polizia. Al San Camillo il ragazzo è stato ricoverato per i traumi subiti durante l'aggressione. Il 12enne vittima di bullismo è figlio di due ingegneri venuti in Italia dall'Egitto.