Il team dell’Eliambulanza Pegaso 33 che ha aiutato Tania a partorire la piccola Delia
in foto: Il team dell’Eliambulanza Pegaso 33 che ha aiutato Tania a partorire la piccola Delia

La piccola Delia è nata in cielo, su un'eliambulanza dell'Ares 118 lungo il tragitto verso l'ospedale di Viterbo. Il parto ‘in volo' di Tania, che fortunatamente sta bene come la figlia, è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri, 17 aprile. Poco dopo le 19 è arrivata la richiesta d'aiuto al 118: "Ho le contrazioni, sono forti e ravvicinate e si sono rotte le acque", ha detto Tania agli operatori. La centrale ha deciso di inviare sul posto un'eliambulanza vista la distanza tra la casa della neomamma, Vasanello, comune in provincia di Viterbo, e l'ospedale Belcolle del capoluogo. Il team della Pegaso 33 ha raggiunto in 10 minuti destinazione e ha caricato Tania a bordo ma, a circa metà tragitto, quest'ultima ha avuto contrazioni sempre più forti e con l'aiuto del medico e dell'infermiere alle 19.38 esatte ha dato alla luce la piccola Delia. Atterrati all'ospedale Belcolle di Viterbo, mamma e figlia sono state affidate alle cure del personale ospedaliero. Buone le condizioni di salute di entrambe.

L'assessore D'Amato: "La nascita di Delia in condizioni così straordinarie riempie di gioia"

"La nascita della piccola Delia in condizioni così straordinarie ci riempie di gioia. Auguri per il lieto evento alla madre e a tutti i famigliari", ha commentato l'assessore alla Sanità e l'integrazione sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D'Amato. "Voglio fare, a nome mio e dell'azienda, i complimenti al personale sanitario e a quello di volo che, con grande professionalità, hanno saputo gestire la situazione al meglio. La loro preparazione ha permesso che la nascita della piccola Delia sia avvenuta senza problemi, anche in un luogo singolare ed insolito come un elicottero in volo", le parole del commissario straordinario di Ares 118, Maria Paola Corradi.