Erano chiusi in una stanza di un bed & breakfast a due passi dal Vaticano, una donna boliviana di 47 anni e un colombiano di 46. Ma non erano due dei tanti turisti che la mattina si mettono in coda per entrare a San Pietro o ai Musei Vaticani, bensì due trafficanti di droga. I carabinieri del nucleo investigativo stavano tenendo sott'occhio il cittadino colombiano, sospettato di essere coinvolti in traffici illeciti, quando pedinandolo sono arrivati nel Bed & Breakfast.

Nella stanza occupata dalla donna hanno trovato 1,3 chili di cocaina, contenuta in 27 ovuli appena espulsi: evidentemente erano sbarcati nella capitale con la pancia piena di droga. I due sono stati arrestati con l'accusa di traffico internazionale di sostanze stupefacenti: lui è stato trasferito nel carcere di Regina Coeli, mentre lei nella sezione femminile di Rebibbia.