"Siamo orgogliosi di poter dare annuncio importante. Finalmente arriva la Formula E a Roma dopo anni di promesse, annunci e smentite. E' un traguardo caparbiamente voluto, è un importantissimo evento che segna un punto nodale tra sport e sostenibilità ambientale", annuncia la sindaca Virginia Raggi. E per certificare il nuovo arrivo nella Capitale, oggi in piazzale del Campidoglio era esposta una delle automobili che si sfideranno sulla pista romana, che verrà allestita tra i viali dell'Eur.

Non solo evento sportivo, il Gran Premio, spiega Raggi, porterà anche benefici a favore del territorio: dal rifacimento delle strade che fanno parte del percorso a oltre 700 colonnine elettriche installate (entro il 2020) in tutta la città e al wi-fi pubblico in molte zone. La data della gara è fissata per il 14 aprile e l'evento si ripeterà per i prossimi quattro anni. "Riteniamo estremamente interessante aver rilanciato Roma in un panorama internazionale da cui tutti pensavano che fosse esclusa per sempre. Noi siamo pronti a aprirci a partnership importanti purché la città sia messa al centro", ha detto ancora la sindaca nella Sala della Protomoteca in Campidoglio durante l'apertura del convegno "Progetti per la mobilità sostenibile. Formula E, un'esperienza di successo".

“Formula E si inserisce in un circuito straordinario che non costerà nulla a Roma ma porterà alla città un indotto di circa 40/50 milioni di euro l’anno e darà la possibilità al Comune di implementare le politiche volte alla sensibilizzazione della mobilità elettrica”, ha dichiarato il presidente di Eur Spa, Roberto Diacetti.