Mistero a Sant'Andrea del Garigliano, provincia di Frosinone. Emanuele Bove, 40 anni, è stato trovato morto ieri sera intorno alle 23 in via Roma, vicino al cimitero del paese. Sul volto una profonda ferita, nessun segno sul corpo. L'uomo era riverso in strada a pochi metri dalla sua automobile parcheggiata, una Peugeot 208. Lunotto posteriore e parabrezza della vettura erano completamente distrutti. Questo lo scenario che si sono trovati di fronte i carabinieri del reparto operativo di Frosinone, che ora stanno indagando sulla vicenda.

Mistero a Sant'Andrea del Garigliano, i carabinieri indagano sulle cause della morte del 40enne.

È buio fitto, per il momento, sulle cause che hanno portato alla morte del 40enne. Probabilmente ulteriori esami del medico legale stabiliranno con esattezza i motivi del decesso, ma sembra che la profonda ferita sul volto sia compatibile con un colpo di ascia.  I carabinieri e gli inquirenti starebbero interrogando in questi minuti un uomo. Stando a quanto si apprende Bove era legato sentimentalmente a una parente dell'uomo sentito dagli investigatori. Vendetta? Scambio di persona? Queste per il momento le piste su cui stanno indagando gli investigatori. Secondo le prime ricostruzioni ieri sera l'uomo sarebbe uscito di casa per trascorrere la serata insieme ad alcuni amici. A dare l'allarme alle forze dell'ordine sono stati alcuni passanti, che hanno chiamato immediatamente il 118. Le indagini dei carabinieri sono coordinate il sostituto procuratore Chiara D’Orefice.