in foto: La nube di fumo causata dai roghi nella pineta di Castel Fusano (Foto di "Roma fa schifo" via Facebook)

Ci sarebbe una svolta nelle indagini sull'incendio che sta devastando, da questo pomeriggio, la pineta di Castel Fusano, nei pressi di Ostia. I carabinieri della stazione di Acilia avrebbero infatti fermato un idraulico di 22 anni, originario di Busto Arsizio, in provincia di Milano, fortemente indiziato di essere il responsabile del rogo che è divampato nell'area boschiva. Secondo quanto si apprende, i militari dell'Arma avrebbero notato il 22enne mentre, nel luogo di origine dell'incendio, stava appiccando il fuoco ad alcuni fazzoletti. Alla vista dei carabinieri, l'uomo ha tentato la fuga, ma è stato raggiunto e arrestato dai militari con l'accusa di tentato incendio boschivo. Il 22enne è stato così portato in caserma, poi per lui si sono aperte le porte del carcere di Regina Coeli a Roma, dove resta a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

Era il pomeriggio di oggi quando tre diversi incendi sono divampati nella pineta di Castel Fusano. A destare maggiore preoccupazione sono state le fiamme che, dopo aver bruciato la vegetazione, si sono pericolosamente avvicinate alle case presenti in via Castel Porziano. All'arrivo dei vigili del fuoco le abitazioni, in via precauzionale, sono state evacuate, mentre i pompieri, con l'ausilio di un canadair, di tre elicotteri e di diverse autobotte, sono stati impegnati per aver ragione delle fiamme, non ancora del tutto estinte. Al lavoro anche gli uomini della Polizia Municipale, impegnati a dirigere il traffico automobilistico, dal momento che la strada interessata dall'incendio è stata chiusa.