"Mi spiace che il sindaco Raggi abbia voluto far polemica contro quei cittadini che hanno sacrificato una mattinata di riposo per dare una mano alla città". Così Matteo Renzi ha risposto alla sindaca di Roma, Virginia Raggi, che ieri ha criticato l'iniziativa dei volontari del Partito democratico romano, scesi in piazza per pulire le strade della Capitale. "In queste ultime ore anche un noto partito, il PD, quello che è responsabile del malgoverno degli ultimi 20 anni a Roma, ha deciso finalmente di venire a pulire, chiaramente per il noto principio secondo cui "chi sporca pulisce. Un po' tardivo", ha scritto ieri su Facebook la prima cittadina.

Secondo il segretario del Pd, a Raggi "ha risposto benissimo per tutti Arianna Furi, 19 anni, quinto anno al liceo, una delle millennials che sono entrate in direzione, con questo tweet: ‘Io non sporco, ma oggi ho pulito anche per lei. Pensi ad amministrare la città e dia ai cittadini il rispetto che meritano". La sindaca, continua Renzi, aveva una sola risposta possibile: "Che è quella di dire "Grazie". Ringraziamo anche noi tutto il PD romano per la bellissima iniziativa. E ringraziamo anche quei cittadini del Movimento Cinque Stelle che hanno partecipato, come accaduto a Piazza Gerani, Centocelle.  Il PD continuerà a fare iniziative come questa. Del resto ricordo che la prima volta in cui abbiamo "sperimentato" le magliette gialle è stato due anni fa a Milano. Ma adesso lo faremo più spesso, non solo a Roma. Anche per questo domenica prossima, 21 maggio, le magliette gialle torneranno in azione.