La ricercatezza negli arrangiamenti e uno schema musicale perfetto per la sua voce profonda ed originale rendono Fabrizio Moro molto amato dal grande pubblico. Cantautore, chitarrista e musicista, ha alle spalle una ventennale carriera, cominciata nel 1996. Ha pubblicato undici album e venduto diverse centinaia di migliaia di dischi, ottenendo complessivamente sei dischi di platino e tre d'oro. Alcuni suoi brani sono stati utilizzati come colonne sonore per campagne sociali, serie e programmi tv, spot pubblicitari e documentari. Sarà proprio il suo concerto domenica 13 agosto a chiudere la rassegna musicale di grande successo "Vulci Music Fest". Appuntamento alle ore 21.00. Costo bel biglietto, da 23 a 33 euro.

La tappe salienti della sua carriera.

Il suo esordio risale al 1996 con il singolo "Per tutta un'altra destinazione". Il primo album," Fabrizio Moro", prende vita nel 2000, anno in cui concorre per la prima volta al Festival di Sanremo nella sezione Giovani piazzandosi al tredicesimo posto con la canzone "Un giorno senza fine". Nel 2007 partecipa al Festival di Sanremo con il brano "Pensa", dedicato alle vittime della mafia, riuscendo a vincere la competizione nella categoria Giovani e aggiudicandosi anche il Premio Mia Martini della Critica. Nel 2008 partecipa nuovamente alla competizione canora con "Eppure mi hai cambiato la vita", classificandosi al terzo posto nella sezione Campioni. Nel 2011 esce "Fermi con le mani", brano dedicato alla vicenda di Stefano Cucchi. Nel 2017 porta a Sanremo la canzone "Portami via", che ottiene grandi consensi da parte del pubblico. Il 10 marzo è stato pubblicato l'album "Pace".

La sua esperienza da autore.

Nel 2012 scrive per Noemi il brano "Sono solo parole", con cui la cantante romana si aggiudica il terzo posto al Festival di Sanremo. Da li partiranno una serie di collaborazioni con gli Stadio, Emma Marrone, il gruppo indie-rock Il Parto Delle Nuvole Pesanti e la band Kusto. Nel 2016, nella trasmissione in cui ricopre il ruolo di professore "Amici di Maria De Filippi", regala ad Elodie il brano "Un'altra vita".

Come raggiungere il Parco Naturalistico Archeologico di Vulci.

Il Parco Naturalistico Archeologico di Vulci si trova sulla Strada Provinciale 107 sns – Località Vulci, 01014 Montalto di Castro, ed è raggiungibile

  • Da Sud, autostrada Roma-Civitavecchia e quindi la S.S. 1 Aurelia fino all’uscita per Vulci (km 111). Seguire la S.P. del Fiora ,poi della Badia ( tot. 13 km.)
  • Da Nord, seguire la Livorno-Grosseto, poi la S.S. 1 Aurelia fino all’uscita di Montalto di Castro (km 109). Rientro sulla S.S. 1 Aurelia direzione Nord e uscita per Vulci al Km 111. Seguire la S.P. del Fiora, poi della Badia (tot. 13 Km.)
  • Da Est, superstrada Orte-Viterbo fino a Viterbo, poi prendere la strada Viterbo-Tuscania-Montalto di Castro . A Montalto di Castro prendere la SS.1 Aurelia in direzione Nord e uscire al Km.111 (uscita Vulci). Seguire la S.P. del Fiora, poi della Badia (tot. 13 Km.)