Un giovane di 32 anni, residente a Tor Bella Monaca e agli arresti domiciliari per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, è evaso lo scorso 14 febbraio, giorno di San Valentino, per incontrare la sua fidanzata. "Sono un romantico", così ha giustificato di fronte al giudice, secondo quanto riportato dal quotidiano il Messaggero, il suo gesto. Una visita galante a costo del carcere: "Volevo solamente comprare un pensierino per la mia ragazza".

Quando i carabinieri martedì scorso hanno citofonato alla sua abitazione per verificare che fosse in casa, il 32enne non ha risposto. I militari hanno così aspettato il suo rientro e lo hanno ammanettato portandolo nuovamente di fronte a un giudice che, al termine dell'udienza per direttissima è stato sottoposto nuovamente ai domiciliari. Da quanto si apprende non era la prima evasione del giovane, che anche il sabato precedente non si era fatto trovare.