A Ostia si voterà domenica 5 novembre. Il ministro dell'Interno, Marco Minniti, ha fissato la data per lo svolgimento delle elezioni dopo il commissariamento del decimo Municipio di Roma in seguito all'inchiesta su Mafia Capitale. Due anni fa l'allora titolare del Viminale Angelino Alfano nominò come commissario il prefetto Domenico Vulpiani dopo le dimissioni del minisindaco Andrea Tassone, del Partito democratico. L'ex presidente dem è stato condannato a 5 anni in primo grado nel maxi processo.

Elezioni a Ostia, le candidature in campo.

La candidata presidente del Movimento 5 Stelle sarà Giuliana Di Pillo, attuale delegata al litorale della sindaca Virginia Raggi. Di Pillo, 54 anni, insegna dal 1993 nelle scuole medie del territorio. Da sempre vicina alle posizioni del Movimento 5 Stelle nel 2008 era già candidata nella Lista Civica Amici di Beppe Grillo. Nel febbraio 2013 è stata candidata al Senato e poi è diventata portavoce del X Municipio. Complicato resta invece il dibattito interno al centrosinistra. Giovanni Zannola, Partito democratico, ha proposto, ai microfoni di Fanpage.it,  ai dem di rinunciare al simbolo del partito per dare vita a "un ampio progetto civico che coinvolga le energie migliori del territorio". Un'idea che è stata accolta dal neonato movimento che fa riferimento all'ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia.

Giovanni Zanola (Pd) a Fanpage.it: "Elezioni a Ostia? Il Pd si presenti senza simbolo"

L'intervista all'esponente dem