Le navette sostitutive ci sono e funzionano. Almeno nel primo giorno di chiusura del tratto di Metro A da Arco di Travertino a Termini i bus sostitutivi sono entrati in funzione a pieno regime. I disagi maggiori per i cittadini sono altri, per il momento: il traffico impazzito nel quadrante Appio-San Giovanni e le file lunghissime al capolinea provvisorio della Metro ad Arco di Travertino. I passeggeri che escono dalla metropolitana partita dalla stazione Anagnina si incolonnano all'uscita di Arco di Travertino in una lunghissima coda prima di salire sulle navette. Molti utenti, nonostante le indicazioni di Atac, hanno fatto fatica a capire dove fosse posizionata la fermata delle navette. I bus sostitutivi ad Arco di Travertino sono parcheggiati (almeno dieci) in attesa di partire. L'assessora ai Trasporti del Comune di Roma, Linda Meleo, aveva promesso 60 navette in funzione per coprire la tratta che resterà chiusa fino a settembre. Promessa che sembra, per il momento, essere stata mantenuta.

La chiusura della Metro A necessaria per l'apertura della stazione San Giovanni della Metro C.

La chiusura della Metro A si è resa necessaria per lavori in corrispondenza della stazione di San Giovanni della Metro C che, stando agli annunci dell'amministrazione guidata da Virginia Raggi, dovrebbe aprire negli ultimi mesi del 2017. Si tratta, ha dichiarato Meleo, di un sacrificio necessario"che aumenterà le potenzialità e le soluzioni di trasporto pubblico a disposizione dei cittadini. Noi vogliamo aprire la stazione di San Giovanni nel più breve tempo possibile e quindi stiamo premendo l'acceleratore per attuare tutti gli interventi strategici necessari. Chiediamo quindi alla cittadinanza questo sacrificio, perché l'intervento migliorerà il trasporto e garantirà maggiori collegamenti fra le periferie e il centro storico".