Sono in tutto 743 gli inquilini irregolari, 320 residenti in alloggi di proprietà del Comune di Roma e 423 in case di proprietà dell'Erp, individuati dai controlli portati avanti dalla Polizia Locale, sotto la guida del comandante Maggi. L'indagine è partita dalla denuncia di un uomo che ha dichiarato di essere entrato in un appartamento pagando 33mila euro alla precedente occupante, che a sua volta pagava lo così detto ‘indennità di occupazione'. L'appartamento è stato posto sotto sequestro e la precedente occupante denunciata per truffa. nell'elenco son finiti casi molto diversi tra loro, alcuni sono inquilini bisognosi, magari da anni in lista per una casa popolare che non arriva mai, altri non avrebbero neanche i requisiti per risiedere in un alloggio popolare, con redditi troppo altri o addirittura assegnatari o proprietari di altri immobili

"Avevano redditi molto alti, in alcuni casi 80mila euro di reddito annuo, ed erano proprietari di altri immobili – ha dichiarato l’assessore alla Casa e al Sociale Francesca Danese  – A volte gli accertamenti hanno fatto emergere anche dei casi eclatanti di vendita abusiva di case pubbliche o di carte falsificate ad arte. I vigili hanno trovato annunci pubblicati su internet per “cessioni di casa comunale causa trasferimento". Veri e propri casi in cui le case popolari sono oggetto di compravendita, dove c'è anche chi lucra sull'emergenza abitativa.

Vota l'articolo:
4.22 su 5.00 basato su 775 voti.
Aggiungi un commento!