"Tanto non ci potete arrestare, siamo troppo piccole". Non hanno battuto ciglio davanti ai carabinieri quattro baby ladre sorprese a rubare alla stazione Termini di Roma. Sanno perfettamente che al di sotto dei quattordici anni in Italia è prevista una totale esclusione della imputabilità, senza possibilità di prova contraria. Cioè, in altre parole, se si ha meno di 14 anni, a prescindere dal reato commesso, non si potrà mai essere penalmente sanzionati. Una lezione che le bimbe ladre hanno imparato benissimo.

Quattro baby ladre fermate a Termini dopo un furto.

Le tre minorenni, due bimbe di 11 anni, una di 12 anni e una di 13 anni,  hanno circondato la vittima prescelta all'interno di un vagone della metro A all'altezza della stazione Termini e l'hanno derubata del portafoglio. La malcapitata è una turista belga di 22 anni. La banda delle baby borseggiatrici è stata fermata dai carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Centro. I militari hanno sorpreso le bambine mentre si stavano spartendo il contenuto nel portafoglio appena rubato alla ragazza belga. Recuperata la refurtiva e riconsegnata alla vittima, i carabinieri  hanno affidato le bimbe a un centro di prima accoglienza. Sono risultate tutte domiciliate al campo nomadi di Castel Romano in via Pontina. È probabile che tutte e quattro tornino in libertà fra pochi giorni.