Le buche della Capitale, un problema per i cittadini romani, ma anche per i lavoratori stranieri. A lamentarsi delle condizioni del manto stradale, questa volta, sono due giocatori della Roma: il capocannoniere del campionato, Edin Dzeko, e il portiere polacco Wojciech Szczesny. Durante lo "Szczesny Show", il programma di Roma Tv dove il numero uno giallorosso intervista i suoi compagni di squadra, Dzeko ha paragonato le buche romane a "quelle di Sarajevo durante la guerra". "Sei d'accordo o no", ha chiesto il bomber bosniaco a Szczesny. E l'altro: "Si sono terribili. Hai presente quando sei sugli ottanta all'ora e improvvisamente inizi a saltare?". "Credo che debbano decisamente investire sulla manutenzione", il consiglio del numero 9 romanista. I due calciatori non sono convinti neanche del modo di guidare dei romani: "Se dovessi scegliere tra i guidatori e le strade di Roma? Le strade le posso gestire, gli automobilisti no!".

Immancabile la polemica politica sulle parole dei due romanisti. “Al SzczesnyShow si chiede ai tifosi un coro in #curvasud su manutenzione strade piene di buche, cartellino rosso per #Raggi“, ha scritto sul profilo Twitter Pd Campidoglio il consigliere capitolino del Pd, Giulio Pelonzi.  "C'è ancora molto da fare e ne siamo consapevoli. Per avere una situazione accettabile sugli 8 mila chilometri di strade, serve tempo", la risposta del capogruppo grillino in Campidoglio, Paolo Ferrara.