Due ragazzi di vent'anni hanno subito un'aggressione omofoba pochi giorni fa a Roma. Le vittime sono una giovane transessuale e il suo fidanzato, che hanno denunciato quanto accaduto alla linea verde antiomofobia del Gay Center. I ragazzi, riferisce l'associazione, stavano percorrendo in auto via Filippo Fiorentini, quando una macchina li ha tamponati più volte e poi gli ha tagliato la strada per costringerli a fermarsi. Dalla vettura è sceso un ragazzo che li ha offesi pesantemente: "‘Trans di merda ti uccido, fammi un p….". Poi ha iniziato prenderli a pugni e ha provato a forzare il finestrino e lo sportello della loro automobile.

“Quest’episodio – denuncia Fabrizio Marrazzo, portavoce di Gay Center – fa parte di un fenomeno che non si può ignorare e che monitoriamo attraverso le varie denunce che riceviamo alla Gay Help Line. E’ sempre più urgente, però, procedere verso una maggiore tutela di chi le subisce attraverso l’approvazione di norme antiomofobia. Non si può non vedere come in questo tipo di aggressioni ci sia una forma di aggravante dovuta all’odio verso le persone lesbiche, gay e trans. Un fenomeno che non è marginale".

I due ragazzi aggrediti sono stati soccorsi da un'ambulanza del 118 e il ragazzo è stato medicato per una "contusione piramidale nasale" e ha avuto una prognosi di sei giorni.