"Assillare i turisti non fa bene agli affari". A dirlo l'attore neozelandese Russell Crow. Il protagonista de ‘Il Gladiatore' di Ridley Scott si è espresso sulle restrizioni imposte dal nuovo regolamento della polizia locale di Roma Capitale in vigore in città dal 5 luglio, dicendosi contrario al divieto di sedersi sui gradini della Scalinata di Trinità dei Monti a Piazza di Spagna, che definisce scorretto soprattutto nei confronti dei turisti, che arrivano in città da ogni parte del Mondo. "Provo compassione per  i bravi uomini e donne che dovranno andare in giro per far rispettare queste regole trascurabili" ha scritto l'attore in un post pubblicato su Twitter. E ha aggiunto: "Roma appartiene a coloro che credono a Roma. Amo la Città Eterna con tutto il mio cuore".

Vietato sedersi sulla scalinata di Trinità dei Monti

Il nuovo regolamento della polizia locale di Roma capitale è entrato in vigore dallo scorso mese e impone a cittadini e turisti maggiori regole per assicurare il decoro in città. La Scalinata di Trinità dei Monti a Piazza di Spagna è considerata monumento e a sorvegliarla ci sono ben venti vigili urbani. "Nei luoghi pubblici o aperti al pubblico, tra cui parchi, giardini pubblici e aree verdi, a salvaguardia della sicurezza, della vivibilità e del decoro della città, è vietato bivaccare, sedersi, consumando cibi e/o bevande, sui beni del patrimonio storico, artistico, archeologico e monumentale (fontane e scalinate di pertinenza, reperti archeologici) e sul suolo pubblico (vie, vicoli, piazze) o privato (soglie di entrata di civili abitazioni e di esercizi commerciali), al di fuori degli spazi all'uopo attrezzati e consentiti per la somministrazione" si legge nell'articolo 4, comma 1B.