Sedici borseggiatori fermati in 72 ore. Questo è il bilancio dei servizi straordinari di controllo dei carabinieri del Comando Provinciale di Roma tra piazze, fermate dei bus e stazioni del centro storico della capitale. Piazza Venezia, Fontana di Trevi, Altare della Patria, Colosseo e Piazza di Santa Maria Maggiore alcuni dei luoghi tenuti sotto osservazione dai militari, che hanno fermato in flagranza di reato i ‘mano lesta' in azione, ai danni soprattutto di turisti e visitatori, e denunciati tutti con l'accusa di furto aggravato. I fermati sono tutti già noti alle forze dell'ordine e saranno giudicati con rito per direttissima.

Turisti accerchiati e derubati in centro a Roma.

"In particolare – si legge in una nota – in Piazza di Santa Maria Maggiore à si  due cittadini peruviani e un cittadino cubano hanno accerchiato la vittima, un turista polacco di 36 anni, e gli hanno sfilato il portafoglio ed altri effetti personali dallo zaino. I Carabinieri hanno notato la scena e li hanno bloccati, recuperando tutta la refurtiva.

Stesso modus operandi ma location diversa a Piazza Venezia, dove "4 cittadini romeni, due donne e due uomini, hanno avvicinato, con una banale scusa, una turista svizzera di 66 anni e, mentre le due donne la distraevano chiedendole informazioni, i due uomini “alleggerivano” la sua borsa asportando il portafogli e il portadocumenti, contenenti denaro contante e carte di credito. Anche in questo caso i Carabinieri sono immediatamente intervenuti cogliendo di sorpresa i ladri e restituendo quanto rubato alla vittima".