"Giovedì gnocchi, venerdì pesce, sabato trippa". Quante volte avete sentito questo detto? Scommettiamo che a casa dei vostri nonni si ripeteva in continuazione all'avvicinarsi del mercoledì, in vista del trittico di piatti da consumare sulla tavola. Ma vi siete mai chiesti perché il giovedì si mangiano gli gnocchi? Questa tradizione affonda le sue radici nel dopoguerra, quando il popolo aveva fame e non era particolarmente abbiente. E così il giovedì si mangiavano gli gnocchi, piatto sostanzioso e calorico a base di patate, acqua e farina, che dava forza e vigore. Il venerdì si mangiava invece il pesce, dato che per motivi religiosi era vietata la carne. Mentre il sabato era il giorno in cui si macellava la carne. Ma dato che la maggior parte delle persone non aveva i mezzi economici per acquistarla, si dovevano accontentare di frattaglie e interiora. E quindi sabato era il giorno della trippa.

Perché giovedì a Roma si mangiano gli gnocchi

Nonostante i tempi siano cambiati, la tradizione degli gnocchi il giovedì è rimasta. Fateci caso: sono molti i bar e i ristoranti che quel giorno in particolare li propongono nel menù. E dato che saranno sicuramente freschi e fatti a mano, perché non approfittare di quest'occasione e concedersi uno sfizio in pausa pranzo una volta a settimana? Si, è vero, gli gnocchi sono un piatto calorico e dopo averli mangiati potrebbe venirvi voglia di schiacciare un pisolino: ma non ne vale forse la pena per questo piatto dal sapore incredibile? Ecco cinque trattorie dove mangiarne di buonissimi a Roma.

Tram Tram, San Lorenzo

A San Lorenzo, in via dei Reti 44/46 c'è Tram Tram, osteria fusion romana e pugliese che da anni sfama gli abitanti del quartiere e non solo. Dato che stiamo parlando di una trattoria che della tradizione fa il suo fiore all'occhiello, il giovedì nel menù è difficile non trovare gli gnocchi. Come? Al sugo di castrato, altro vanto della cucina romana.

Trattoria Sora Lella, Isola Tiberina

Secondo voi nel ristorante dove cucinava la grande Elena Fabrizi potevano mancare nel menù gli gnocchi fatti a mano? All'osteria della Sora Lella, in Via di Ponte Quattro capi 16, gli gnocchi di patate sono un piatto che forse non saprebbero replicare nemmeno in Paradiso (a meno che non ci sia lei ai fornelli ovviamente!). In questa trattoria simbolo di Roma e della cucina regionale laziale, mangerete gli gnocchi all'amatriciana più buoni della capitale.

Cesare al Casaletto, Monteverde Nuovo

Cesare al Casaletto è uno dei ristoranti più famosi di Roma. Aperta dal 1950, quando la Roma per come la conosciamo noi stava ancora prendendo forma, è un punto di riferimento per chi ama mangiare e vuole passare una serata piacevole in un'atmosfera rilassata e familiare. Gli gnocchi qui provateli fritti, non ve ne pentirete.

Osteria di Monteverde

Amate i piatti tradizionali della cucina romana ma adorate sperimentare? L'Osteria di Monteverde di via Pietro Cartoni è allora il posto che fa al caso vostro. Qui gli gnocchi sono preparati con condimenti originali, e solo il nome basta per leccarsi i baffi: provateli con la castagna, con il sugo bianco di faraona o con il pesce. Non riuscirete a non tornare.

Etablì Food&Drinks

In via Vicolo delle Vacche c'è Etablì, un ristorante dove gli chef hanno saputo coniugare la bontà della tradizione con l'originalità dei piatti gourmet. Avete mai sentito parlare di gnocchi conditi con vongole, perlage di tartufo, pomodori confit e olio di oliva alla rucola? Adesso sì e non avete più scuse per non prenotare subito un tavolo in questo posto.