Un 27enne di Latina è finito in manette dopo essere stato denunciato da una ragazza di 19 anni per violenza sessuale, consumatasi in Salento. dove si trovava in vacanza in un villaggio turistico. I due si trovavano entrambi ad alloggiare in una struttura di Mancaversa, marina di Taviano, in provincia di Lecce. La violenza, secondo il racconto della vittima, si sarebbe consumato in albergo, dopo una serata in discoteca a Gallipoli. Il rapporto sessuale è avvenuto contro la volontà della giovane, che subito dopo è riuscita a scappare e a chiedere aiuto prima agli amici e poi ai carabinieri, che hanno individuato e fermare l'aggressore. Durante l'interrogatorio, il ragazzo ha cercato di difendersi sostenendo che la ragazza  fosse consenziente. Considerato il pericolo di fuga, il magistrato ha disposto il carcere in attesa dell’interrogatorio di convalida.

Violenza in Salento: la ricostruzione dei fatti.

Prima del giorno in cui si è consumata la violenza, i due ragazzi non si erano mai visti. L'episodio si sarebbe verificato all’alba di giovedì 30 agosto, quando il 27enne è tornato nel villaggio, dove stava trascorrendo le vacanze, e si è recato nel bungalow occupato da una giovane che aveva conosciuto nei giorni precedenti. Non trovandola sarebbe entrato nella casa occupata da altre ragazze e lì avrebbe approcciato la 19enne. L’approccio si sarebbe presto trasformato in un tentativo di rapporto sessuale, che la ragazza avrebbe cercato di evitare subendo però violenza. Subito dopo l’uomo ha lasciato il bungalow e la ragazza è uscita chiedendo aiuto agli amici, che hanno individuato il presunto violentatore e lo hanno fermato. Il giovane, raggiunto anche dalle forze dell'ordine, è stato sottoposto a un all'alcol test che ha mostrato come avesse un elevato tasso di alcol nel sangue.