Nonostante il divieto della questura e lo sgombero della sede occupata alcuni giorni fa, i militanti di Forza Nuova si sono comunque presentati in via dell'Archeologia a Tor Bella Monaca, dove avevano annunciato una fiaccolata contro l'immigrazione. Alcuni momenti di tensione quando alcuni militanti di estrema destra sono arrivati di fronte alla sede del sindacato degli inquilini Asia Usb, dove era stato convocato un presidio da parte dei movimenti antifascisti, che si oppongo alla presenza di Forza Nuova nel quartiere.

Tollerati per alcuni momenti, quando hanno tentato di avvicinarsi al presidio di sinistra è salita la tensione e le forze dell'ordine in assetto antisommossa sono intervenute per evitare che i manifestanti di opposto schieramento politico entrassero in contatto. "Stavamo presidiano la sede di Asia-Usb, quando sono arrivate alcune decine di persone a provocare tra slogan e insulti – racconta un manifestante a Fanpage.it – Non capiamo come sia possibile che la polizia nonostante il divieto, abbia permesso ai neofascisti di arrivare qui".

Fermato il leader di Forza Nuova Giuliano Castellino – sottoposto a un provvedimento di sorveglianza speciale – che annunciava dopo lo sgombero una reazione: "In questo quartiere, quindi, il problema di ordine pubblico è rappresentato dai patrioti e dai tricolori, da quelli che chiedono di fermare l'invasione di immigrati, di quelli che difendono il diritto alla casa e al lavoro degli italiani. Va tutto bene quindi, per lo Stato il problema siamo noi. Ma voi, inutili servi di PD, Fiano e porci vari, continuate pure a scodinzolare al padrone".