Aggiornamento ore 15.30: tre suore sono state estratte ferite ma vive dall'istituto religioso femminile Minozzi ad Amatrice. A darne notizia Don Cesare, parroco della zona. Ancora nessuna notizia sulle 7 persone di cui 4 anziani che si trovavano all'interno. In tutto sono 73 le vittime accertate, 50 nei comuni del reatino colpiti.

Aggiornamento ore 14.30: sempre più drammatico il bilancio dei morti, che le forze di soccorso ancora non si sbilanciano ad aggiornare. Trovato senza vita il figlio del questore di Frosinone Marco Santarelli. Ma tra le macerie continuano ad essere trovati sopravvissuti alla scossa: come Yuri, ragazzo tratto in salvo attorno alle 14.00. Nella zona sud del comune, attorno a piazza Augusto Sagnotti dove sorgevano tre palazzine moderne è stata salvata una donna: ha spiegato ai soccorritori che suo marito e i figli si trovano ancora sotto le macerie.

Aggiornamento ore 13.00: 80enne estratto vivo da sotto la sua casa. Si aggrava il bilancio dei morti arrivato a 35, i corpi si trovano ancora adagiati in due punti diversi del paese

Aggiornamento ore 11.45: il bilancio ufficiale parla di 38 morti, 17 dei quali nel comune di Amatrice, il più colpito

Aggiornamento ore 11.30: bambino di circa 10 anni è stato messo in salvo dalle macerie, poco prima estratta viva anche un'altra ragazza

Aggiornamento ore 11.00: come raccontato da alcuni scatti per mettersi in salvo dalle abitazioni semi crollate diversi cittadini si sono calati in strada usando dei lenzuoli come corde.

Aggiornamento ore 10.30: ancora in corso le operazioni di soccorso ad Amatrice, uno dei comuni più colpiti dal sisma. Il bilancio provvisorio parla di 6 vittime, ma poco fa il personale del 118 assieme ai vigili del fuoco ha estratto viva una ragazza dalle macerie. Il sindaco Sergio Pirozzi ha così commentato i soccorsi: "La macchina dei servizi è stata efficientissima, dopo mezz'ora sono arrivati i primi mezzi di soccorso", aggiungendo di non essere ancora in grado di fare una stima delle vittime.

Aggiornamento ore 9.30: sul posto è arrivato il governatore della Regione Lazio Nicola Zingaretti, mentre i pazienti dell'ospedale di Amatrice, danneggiato dal sisma, sono stati spostati a Rieti. Si susseguono le testimonianze sui social network dal borgo reatino.

Aggiornamento ore 9.00: la distruzione di Amatrice si intuisce in pieno dalla foto area resa pubblica dai vigili del fuoco sul campo.

Aggiornamento ore 8.50: lotta contro il tempo per salvare i dispersi sotto le macerie. I compagni di Sultana e Hahmed, rifugiate afgane di 27 e 27 anni, seppellite sotto le macerie di una casa distrutta. Chiedono aiuto gli altri sei rifugiati, anche loro afgani, che si trovavano nell'abitazione ospiti di un progetto di assistenza. I paramedici stanno tentando di rianimare Simone, 6 anni, estratto dalle macerie di un'abitazione crollata, tra cui il gemello di Simone Andrea.

Aggiornamento ore 8.20: i primi feriti di Amatrice sono giunti in elicottero all'ospedale dell'Aquila, con gravi traumi e ferite.

Aggiornamento ore 8.00: un uomo è stato estratto vivo dalle macerie della sua abitazione in viale Francesco Grifoni, nel centro di Amatrice. Nello stesso palazzo al momento del crollo ci sarebbero state almeno altre sei persone che si sta tentando di recuperare, ma di cui non si conosce lo stato di salute.

Un centro storico devastato, una lunga fila di abitazioni collassate, storiche facciate crollate, campanili lesionati, gravemente danneggiate anche chiese storiche come quella di Sant'Agostino. È un primo scenario apocalittico, quello di Amatrice (Rieti) il comune dell'epicentro del sisma che stanotte ha duramente colpito il centro Italia. I vigili del fuoco sono al lavoro per cercare dispersi con mezzi di fortuna e con le mani, con bobcat si cercano di liberare strade dalle macerie.La scossa è stata sentita fortissimo anche a Roma, con centinaia di persone in strada per la paura. "Il paese non c'è più. C'è gente sotto le macerie", queste sono le prime drammatiche parole del primo cittadino di Amatrice, Sergio Pirozzi.

Cinque cadaveri sono stati estratti anche dalle rovine di Amatrice, secondo quanto riportato dal sacerdote Franco Gammarota. Circostanza riportata anche dal sindaco Pirozzi: "Al momento sono confermati 5 morti ma temo che il conto delle vittime sia destinato a crescere. Sono crollati interi condomini, case al centro, tre quarti del paese è distrutto". Si scava tra le macerie dell'Hotel Roma nel centro del paese, storico albergo crollato, celebre anche per la amatriciana, il piatto che prende il nome dalla città.

"Sono salvo per un miracolo e perché mi ero appena svegliato per andare a lavoro. Faccio l'operatore ecologico, mi ero appena alzato dal letto quando in un attimo è crollato tutto. Dieci secondi sono bastati per distruggere tutto". Questa la drammatica testimonianza resa alle agenzie da Marco, operatore ecologico del comune di Amatrice, residente in via Costanzo Angelini, dove la usa casa è completamente crollata.