Un 50enne incensurato di Terracina (Latina) è stato arrestato con l'accusa di violenza sessuale su minore. Un delitto terribile, reso ancora più odioso dal fatto che a perpetrarlo è stato un uomo adulto di cui la giovanissima, poco più di una bambina si fidava. Il 50enne infatti sarebbe un amico di famiglia che, approfittando del fatto che la piccola lo conoscesse e avesse confidenza con lui, non ha esitato ad avvicinarla mentre si trovava all'interno di un parco giochi. L'episodio di violenza risale a questa estate, ma l'arresto è arrivato solo dopo complesse indagini portate avanti dagli uomini della Questura di Latina, che alla fine sono riusciti ad arrestare il 50enne.

"L’uomo, conosciuto dal nucleo familiare della giovane vittima, avendo appreso che la ragazza si stava recando alle giostre ha ideato il piano per approcciarla da sola – si legge in una nota della Questura – Così, dopo avere individuato la minorenne, le ha offerto qualche giro sulle attrazioni, sulle quali la accompagnava adducendo di esserne un appassionato frequentatore".

Le molestie e il tentativo di violenza sessuale.

Dopo un po' di tempo il 50enne l'ha convinta ad accompagnarlo sulla scogliera a fare una passeggiata e qui l'ha immobilizzata, cominciando a palparla nelle parti intime tentando di violentarla, contando sul fatto che nella zona appartata nessuno avrebbe udito le sue urla. La ragazzina però è riuscita a divincolarsi e a correre via terrorizzata e in lacrime, chiedendo aiuto ad un'amica che l'ha accompagnata dai genitori