Teneva sequestrati in casa propria la moglie, una 22enne di origine egiziana, incinta, e il loro figlio di appena 1 anno: un 30enne, anch'egli egiziano, è stato arrestato dalla Polizia di Stato con le accuse di sequestro di persona e maltrattamenti in famiglia. La vicenda è stata segnalata ai poliziotti dai residenti della zona: giunti nell'appartamento in questione, in via della Stazione di La Storta a Roma, gli agenti hanno notato un bambino e una donna la quale ha spiegato agli uomini in divisa di non poter aprire la porta perché il marito l'aveva chiusa dall'esterno e aveva portato le chiavi con sé.

I poliziotti, così, si sono messi subito alla ricerca del 30enne, rintracciandolo e facendosi restituire le chiavi. Una volta liberati la 22enne in stato di gravidanza e il figlioletto di un anno, gli agenti hanno portato il marito negli uffici del commissariato di Ponte Milvio dove, dopo aver espletato le formalità di rito, il 30enne è stato arrestato per sequestro di persona e maltrattamenti in famiglia. La donna e il bambino, invece, sono stati affidati a una casa famiglia protetta.