Servizio taxi bloccato nella Capitale in attesa della votazione al Senato del maxiemendamento al Milleproroghe. Secondo quanto si apprende l'agitazione si è estesa anche negli aeroporti di Fiumicino e Ciampino praticamente svuotati di auto bianche. Un migliaio di tassisti si è raccolto spontaneamente nei pressi di Palazzo Madama in una manifestazione non autorizzata.

I conducenti delle auto bianche stanno manifestando anche a Milano e Torino, contro il rinvio al 31 dicembre del 2017 dell'emanazione di uno specifico provvedimento contro le pratiche di esercizio abusivo del servizio taxi, ma per la regolamentazione del servizio noleggio con conducente. La norma, tanto attesa dai tassisti, servirebbe a bloccare l'avanzata di piattaforme come Uber, duramente contestate dai tassisti in Italia ma anche in molti altri paesi europei.

Garante: "Stiamo verificando legittimità proteste"

"Qualora le proteste dei Taxi, oggi in piazza contro la proroga prevista dal milleproroghe per le norme che regolamentano Uber e Ncc, avessero carattere illegittimo, il Garante degli Scioperi è pronto a intervenire. Per questo motivo – recita una delll'Autorità  – ha chiesto informazioni urgenti alle Prefetture dei capoluoghi di Regione, relativamente alle manifestazioni dei conducenti di Taxi che, a quanto si apprende da notizie di stampa, sarebbero in corso da ieri e che starebbero pregiudicando i diritti dei cittadini utenti".

Sindacati: "Tentativo liberalizzazione del servizio"

Sindacati sul  sul piede di guerra."Il ministro Delrio si assuma la responsabilità del governo – attacca Nicola Di Giacobbe di Unica Taxi Cgil – La legge 21 si può migliorare ma solo con il consenso delle categorie. Gli impegni presi si rispettano". Duro anche il rappresentante di USB Taxi Riccardo Cacchione: "Ci siamo raccolti qui al Senato per avere notizie più fresche. La norma che impatterebbe sul nostro settore contenuta nel maxiemendamento che il Senato si appresta a votare comporta una sorta di deregolamentazione del servizio di noleggio con conducente. Se passa, le limitazioni territoriali per gli Ncc saranno fortemente ridotte". Alessandro Genovese, Ugl Taxi, è sulla stessa linea: "Questa è una sanatoria pro Uber e pro abusivi, lo hanno capito tutti. Il governo si assuma la responsabilità di questo".

Protesta taxi: navette gratuite aeroporti di Fiumicino e Ciampino.

Disagi limitati per la protesta agli aeroporti di Ciampino e Fiumicino, dove Aeroporti di Roma ha messo a disposizione un servizio gratuito di navette sostitutive verso la Capitale. Gli stessi tassisti in agitazione indirizzano i viaggiatori verso i treni e il servizio navetta.