"Anziché rincorrere tre funivie forse i romani preferirebbero avere un autobus regolare ogni cinque minuti: mettere a gara il servizio farebbe perdere i voti dei sindacati autonomi ma migliorerebbe la vita dei cittadini". A dirlo è Matteo Renzi, segretario del Partito democratico, durante la diretta Facebook "Ore 9" sui canali social del Pd. A stretto giro è arrivata la risposta della destinataria dell'accusa, l'assessore capitolino alla Mobilità Linda Meleo, che ieri aveva annunciato tre progetti per la costruzione di funivie urbane. "Vorrei ricordare a Matteo Renzi che lo sciopero dei trasporti di oggi è a livello nazionale. Per questo l’ex premier farebbe meglio a pensare a come far revocare una manifestazione contro il suo governo. I cittadini sono esasperati dalle sue chiacchiere e dopo aver fallito al governo pontifica dal web. Lavorare mai?”, ha dichiarato Meleo. “Voglio ritornare anche sul piano della mobilità sostenibile. Noi guardiamo al futuro, non rappresentiamo la vecchia politica, legata a stereotipi e ingessature, vogliamo che Roma diventi al pari delle altre capitali europee e sappiamo che questa è la direzione giusta da intraprendere. Non ci facciamo fermare da slogan fatti sulla pelle dei cittadini. Il nostro è un progetto che vuole riprogrammare e migliorare la qualità dei trasporti a Roma, un primo disegno concreto che potenzierà il servizio. All’ex Presidente del Consiglio ricordo che le funivie sono già utilizzate in molte città europee e del mondo e che le abbiamo scelte per abbattere i costi di progettazione e perché più veloci da realizzare. Non abbiamo tempo per polemiche sterili, noi siamo a lavoro per la città e al servizio dei cittadini”.

Un'altra proposta dell'assessore, che ieri ha fatto discutere, è l'introduzione di navette a guida autonoma, cioè senza conducente, che avranno corsie preferenziali dedicate. “Il nostro obiettivo – ha spiegato ieri Meleo – è quello di rendere Roma sostenibile e completamente compatibile con le esigenze dell’ambiente. Lo vogliamo fare attraverso un piano che veda nuove infrastrutture per la mobilità, infrastrutture che negli ultimi anni sono mancati perché è mancata una programmazione seria di quella che dovrà essere la città del futuro in termini di mobilità”.

Raggi: "Roma paralizzata? Lo sciopero è nazionale"

"Roma paralizzata? Purtroppo c'è questo sciopero nazionale che coinvolge tutte le città italiane. Renzi ha detto che è uno scandalo e io penso alla funivia? Io penso a tutto", ha risposto la sindaca di Roma, Virginia Raggi.