Tra le ciambelle e i cornetti venduti in spiaggia ci sono topi e scarafaggi. Continuano le ispezioni degli agenti della polizia locale sulle spiagge di Ostia e Castelporziano contro i venditori abusivi. Questa settimana i vigili urbani hanno perlustrato le spiagge libere dal Porto turistico, lungomare duca degli Abruzzi, lungomare Toscanelli di fronte all'ex colonia Vittorio Emanuele III, piazzale Magellano e Castelporziano, e hanno effettuato 25 sequestri di prodotti alimentari pronti ad essere venduti sulle spiagge del litorale romano.

Scarafaggi tra le ciambelle e le bombe fritte sequestrate ad Ostia.

Sciroppi e ghiaccio per grattachecche, liquori, pannocchie, ciambelle e bombe con crema e cioccolato, e 25 carrellini mobili. Questo quanto sequestrato nel fine settimana dagli agenti di Ostia. Stando a quanto riporta la polizia locale in un comunicato, gli alimenti erano infestati dagli scarafaggi, dalle formiche e dai topi. Tra l'altro gli strumenti che i venditori usavano per preparare bibite rinfrescanti e grattachecche erano sporchi di sabbia. Tutti gli alimenti e carrelli sequestrati sono stati immediatamente distrutti. Se venduta in spiaggia la merce avrebbe fruttato ai venditori ambulanti un guadagno di circa 80mila euro.

Nei prossimi giorni e il prossimo fine settimana, quello che precede Ferragosto, gli agenti della polizia locale di Ostia continueranno a perlustrare le spiagge del litorale.