Un fine settimana blindatissimo. A Roma l'allerta terrorismo è alta e sarà compito di 5mila, tra agenti di polizia e carabinieri, presidiare le zone più a rischio: monumenti, chiese, le strade del centro storico e in generale tutti i luoghi che saranno teatro delle celebrazioni religiose per le feste di Pasqua. Garantire la sicurezza dei 500mila turisti in arrivo nella Capitale è l'obiettivo della Questura, che per l'occasione ha varato un piano di sicurezza straordinario, dato "l'immutato scenario di allerta derivante dal terrorismo internazionale".

Via Crucis, chiusa la fermata metro Colosseo.

Il lungo weekend comincerà stasera, con la Via Crucis al Colosseo celebrata da papa Francesco. Confermata anche la presenza anche della sindaca Raggi. La metro Colosseo, linea B, resterà chiusa dalle ore 13, mentre l'Anfiteatro Flavio accoglierà gli ultimi turisti un'ora prima. La fine della cerimonia, che comincerà alle 21, è prevista alle 22 e 30.

Ci saranno otto check point di sicurezza per accedere all'area del Colosseo: largo Corrado Ricci, via degli Annibaldi, via Claudia, via di San Gregorio e poi, per il secondo controllo, Clivio di Acilio, il ponte pedonale di via degli Annibaldi, via Celio Vibenna e l'Arco di Costantino. Sorveglieranno l'intera area archeologica tiratori scelti, unità cinofile e decine di uomini in borghese con metal detector portatili e minicamere collegate alla sala operativa della questura. Per proteggere via dei Fori Imperiali da attacchi con tir e auto, ci sarà un mezzo Lince dell'esercito che presidierà l'ingresso della via in piazza Venezia.

Blindato il Vaticano e piazza San Pietro.

Misure di sicurezza ai massimi livelli anche per gli eventi in programma in Vaticano. A presidiare via della Conciliazione ci saranno agenti a cavallo, mentre i varchi di accesso in piazza San Pietro per la cerimonia pasquale saranno sette, con controlli al metal detector e rapiscan. Sorvegliato speciale anche il centro storico e soprattutto l'area di via del Corso, ma i pattugliamenti delle forze dell'ordine coinvolgeranno anche le periferie della Capitale, il litorale e i Castelli Romani. Presidiati anche aeroporti, porti, stazioni.

Divieto di sorvolo e 5mila agenti in campo.

Il piano sicurezza, presentato dal questore Guido Marino, prevede oltre 5mila tra agenti e militari impegnati nel fine settimana in tutta la città di Roma. In vigore sarà il divieto di trasporto di merci esplosive o pericolose, e di sorvolo aereo sul centro della città. Per controllare la Capitale saranno impiegati anche tiratori scelti e decine di operatori nella sala operativa della questura che sorveglieranno attentamente i filmati delle telecamere di sorveglianza che riprendono 24 ore su 24 gli obiettivi  sensibili.

I carabinieri a cavallo controlleranno ville e aree verdi.

A controllare le ville storiche e gli spazi verdi di Roma ci penseranno pattuglie di Carabinieri a cavallo, a piedi e con auto elettriche. Le pattuglie del 4° Reggimento Carabinieri a cavallo, già quotidianamente impiegate, dall’inizio della primavera, nei parchi pubblici, verranno intensificate in occasione del prossimo fine settimana a Villa Borghese, Villa Ada e Villa Doria Pamphili. Così come a cavallo, i Carabinieri saranno presenti nei parchi anche con pattuglie a piedi e a bordo di auto elettriche con compiti di vigilanza, al fine di garantire una permanenza serena alle persone che desidereranno usufruire delle aree pubbliche attrezzate, contrastando eventuali illeciti e degrado.