Altra giornata di incendi nella Capitale, colpita da est a ovest. Un rogo di grosse dimensioni è divampato questa mattina a poca distanza dal campo rom di via Salviati, nella zona di Tor Sapienza. Le fiamme sono state alimentate dal vento e hanno avvolto anche un autodemolitore che si trova a Tor Cervara. Nella zona est della Capitale è visibile una densa colonna di fumo nero, vicino alla baraccopoli di via Salviati.

L’incendio sarebbe scoppiato intorno alle 13 e sarebbe partito da alcune sterpaglie, coinvolgendo l’autodemolitore e provocando una serie di esplosioni, sentite anche dai cittadini della zona. Sul posto stanno lavorando i vigili del fuoco che procedono con le operazioni di spegnimento del rogo. In totale, sono impiegate 2 squadre, 3 autobotti e 1 carro schiuma. Non risultano feriti o intossicati.

Il rogo, una volta raggiunto l’autodemolitore, avrebbe coinvolto anche pezzi di vecchie automobili, pneumatici e vetri, causando così le esplosioni. Nell’area dell’incendio sono state chiuse alcune strade al traffico per permettere ai soccorsi di intervenire al meglio.

Un altro incendio ha causato disagi sulla Cristoforo Colombo in direzione Ostiense. La strada laterale è stata chiusa al traffico all’altezza di Villa Plinio. Un rogo di sterpaglie in via Castelluccia di S.Paolo a Castel di Leva avrebbe portato all’evacuazione di un centro sportivo in via precauzionale. Un altro rogo si è sviluppato in via del Frassineto, a Prima Porta. Durante l’intervento sono state messe in sicurezza delle bombole di gas. Infine, un incendio di sterpaglie si è sviluppato questa mattina nel quartiere di Monteverde vecchio, su via Aurelio Saffi.