È accusato di aver compiuto "gravi abusi sessuali" sulla figlia di 10 anni. Così un uomo di 54 anni residente a Roma, è stato arrestato dagli agenti della Squadra Mobile di Roma e sottoposto a un'ordinanza di custodia cautelare in carcere: troppo gravi gli elementi a suo carico e i fatti per porlo a piede libero o ai domiciliari, è stata la valutazione del giudice.

La bambina ha raccontato gli abusi subiti dal padre.

L'arresto è arrivato al termine delle indagini portante avanti dalla IV Sezione della Mobile, che si occupa proprio di reati inerenti la violenza e gli abusi contro donne e minori, e di stalking. Gli abusi sessuali sono stati confermati e raccontati dalla stessa bambina, ovviamente in sede protetta, oltre che da diverse cartelle cliniche e dalla testimonianza di persone vicine alla minore

Sequestrato materiale informatico.

L'operazione si è avvalsa anche della Polizia Postale del Lazio, che ha proceduto con il sequestro di tutti gli apparecchi informatici dell'uomo e di altro materiale: gli inquirenti credono che tra file e cronologie possano esserci elementi utili per l'inchiesta, non è noto se ci siano prove degli abusi o materiale incriminante.

I numeri della task force contro la violenza sessuale.

La sezione della Mobile contro la violenza sessuale e i maltrattamenti, ha reso noti oggi i numeri dell'attività svolta, grazie ad un gruppo di agenti specializzato che lavora con un apposito gruppo di magistrati della Procura di Roma. Un vero e proprio "modello" per la questura, "un punto di riferimento per il contrasto alla violenza di genere". La sezione nel 2015 ha eseguito 40 arresti, 3o nel 2016 e 11 finora nel 2017.