Uno schianto terribile, un impatto che ha traumatizzato i turisti del campeggio romano di via Malafede a bordo del bus che intorno alle 12.30 di oggi si è andato a schiantare contro il ponte della ferrovia Roma-Lido. L'impatto è avvenuto su via di Malafede, all'angolo con via Ostiense. L'autista era convinto di passare sotto al ponte ferroviario alto 2 metri e 40 centimetri ma il mezzo ha impattato contro la struttura in cemento armato.

L'autobus non è riuscito a passare e nell'impatto le prime file dei sedili sono state danneggiate. Non è ancora chiaro il numero dei feriti. Si parla di 3 persone gravi e quindici in maniera lieve. Tra loro certamente un bambino di dieci anni trasportato d'urgenza in ospedale  in gravi condizioni per un serio trauma cranico.

Tutti i coinvolti sono stati soccorsi e trasportati negli ospedali della capitale dalle ambulanze del 118 accorse prontamente sul posto. Cinque ambulanze e due automediche hanno dato il primo supporto ai feriti.

L'autista dell'autobus si sarebbe incastrato sotto al ponte in fase di manovra. Sul mezzo un gruppo di venti turisti circa – quasi tutti stranieri – per i quali la struttura del campeggio aveva organizzato il transfer vero la stazione di Ostia per andare a visitare il centro di Roma.

Le condizioni del bambino rimasto ferito nell'incidente.

Il ferito più grave risulta essere un bambino di dieci anni, attualmente in codice rosso, che sarebbe stato portato d'urgenza all'ospedale Sant'Eugenio. Secondo i medici non sarebbe in pericolo di vita nonostante il forte trauma cranico. Nello stesso ospedale è presente un altro ferito, in codice giallo, mentre altri quattro sono stati portati presso il Grassi e il San Camillo.

La locale polizia è giunta sul posto per tutti i rilievi del caso e per accertare le eventuali responsabilità. Accertamenti anche sull'autista, uno straniero, che era alla guida del bus.