Brucia ancora l'Eco X, il deposito di rifiuti speciali su via Pontina alle porte di Roma, andato a fuoco ieri mattina. I vigili del fuoco sono stati a lavoro tutta la notte, riuscendo a mettere sotto controllo le fiamme. Ma ora la paura è per la nube tossica che si è sprigionata dal rogo: per ore e ore hanno bruciato e continuano a bruciare plastiche e materiali ferrosi, mentre non è  esclusa la presenza di amianto.

Incendio Pomezia: la nube tossica si sposta su Ostia.

Misure di sicurezza per la salute dei cittadini in 21 comuni tra il litorale romano e i castelli romani. I cittadini sono invitati a mantenere le finestre chiuse, a lavare con cura ortaggi e frutti e a limitare gli spostamenti e le attività all'aria aperta. Ma la nube tossica questa mattina si è spostata verso il litorale, e anche a Ostia i cittadini sono in allarme, anche se non sono ancora state disposte dal comune di Roma particolari disposizioni per la tutela della salute. Evacuato l'outlet di Castel Romano.

Rogo rifiuti, paura per la possibile presenza di amianto.

Per sapere se la nube sia davvero pericolosa per la salute e in che misura si dovrà però aspettare alcuni giorni, come spiegato dal direttore dell'Arpa Lazio Marco Lupo: "I primi filtri potranno essere analizzati non prima di domenica. Sono i tempi tecnici necessari per i rilievi. Analizzeremo prima i campioni dell’aria e poi procederemo con le ulteriori analisi. Qualora dovessimo rilevare sostanze nocive procederemo con le bonifiche".