Dalle 22 non si potrà bere in strada da bottiglie e bicchieri di vetro, dalle 24 stop al consumo di alcolici in strada e dalle 2 di notte sarà vietato vendere birre, vino, cockatil e superalcolici. Questo prescrive l'ordinanza anti-alcol firmata ieri dalla sindaca Virginia Raggi. Nel documento, pubblicato sul sito internet del Comune di Roma, sono indicate tutte le zone della città in cui il decreto è valido: da Monti all'Esquilino, da Testaccio al Pigneto. Tutti i municipi presentano strade e piazze in cui sarà vietato bere di notte. Tutti tranne uno: quello della sindaca Virginia Raggi. Probabilmente è una coincidenza e probabilmente il municipio XIV non presenta problemi in merito alla movida selvaggia, ma i giornalisti del Corriere della Sera si sono accorti per primi della strana mancanza e l'hanno segnalata. Qua l'elenco di tutte le strade e le piazze interessate. L'ordinanza sarà in vigore dal 7 luglio al 31 ottobre.

"Vogliamo che durante l’estate le serate romane non vengano rovinate da episodi legati a un eccessivo consumo di alcol nelle strade e nelle piazze della città", ha dichiarato la sindaca Raggi su Facebook. "Rispetto agli anni passati – ha aggiunto –  le restrizioni riguardano un numero maggiore di aree: sono coinvolti 14 Municipi su 15 e le vie interessate sono indicate dettagliatamente nell’ordinanza pubblicata sul sito. Quest’anno c’è un’altra importante novità: i locali dovranno esibire, all’interno e all’esterno, un avviso tradotto in 4 lingue che riporti le misure dell’ordinanza, in modo da portare tutti a conoscenza del provvedimento. Il cartello è pubblicato sul sito istituzionale e invito tutti i gestori dei locali a scaricarlo per apporlo nei loro esercizi. A chi frequenterà i luoghi della movida romana rivolgo invece l’augurio di divertirsi con senso di responsabilità. La città è di tutti e dobbiamo rispettarla".

Cosa dice l'ordinanza.

"Dalle ore 24 alle ore 7 sarà vietata la vendita di bevande alcoliche e superalcoliche da parte di chiunque risulti, a vario titolo e in forme diverse, autorizzato e/o legittimato alla vendita al dettaglio, per asporto, nonché attraverso distributori automatici e presso attività di somministrazione di alimenti e bevande. Sanzione amministrativa pecuniaria pari a 280 euro".

"Dalle ore 2 alle ore 7 sarà vietata la somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche, da parte chiunque risulti, a vario titolo e in forme diverse, autorizzato alla somministrazione di alimenti e bevande, anche nelle aree esterne attrezzate di pertinenza del locale, o attraverso distributori automatici e in circoli privati. Sanzione amministrativa pecuniaria pari a 280 euro".

Dalle ore 22 alle ore 7 sarà vietato il consumo di bevande alcoliche e superalcoliche in contenitori di vetro nelle strade pubbliche o aperte al pubblico transito. Sanzione amministrativa pecuniaria pari a 150 euro".