Jacopo Polidori, presidente della sede di CasaPound di Vallerano (Viterbo), è stato arrestato dai carabinieri per il pestaggio avvenuto a Vignanello lo scorso 11 febbraio. I carabinieri di Viterbo hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dal giudice per le indagini preliminari Savina Poli. Polidori, 30 anni, è ritenuto tra i responsabili del pestaggio del ragazzo che, su Facebook, aveva condiviso un commento satirico che riguardava il movimento politico di estrema destra: "Chi mette il parmigiano sulla pasta al tonno non merita rispetto", la frase incriminata, che faceva il verso agli slogan utilizzati da CasaPound.  Qualche sera dopo, a Vignanello, era avvenuta l'aggressione: all'esterno da una pizzeria una quindicina di persone – tutte identificate, tra loro anche molti minorenni – avevano atteso il ragazzo prendendolo a calci, pugni e cinghiate.

Nell'episodio la vittima del pestaggio, originaria di Vallerano, aveva riportato la frattura del naso e lesioni giudicate guaribili in un mese. Le indagini della procura, guidata da Paolo Auriemma, hanno portato alla richiesta dell'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Polidori, ritenuto dagli inquirenti il leader del gruppo che ha aggredito il ragazzo. Le indagini sull'episodio, comunque, proseguono.