Presunto caso di legionella al deposito Atac di Tor Sapienza, dove questa mattina sono arrivati due medici della Asl. A renderlo noto la stessa azienda del trasporto pubblico locale romano: "Il personale Asl si è presentato per chiedere informazioni relative a un dipendente Atac, impiegato nel suddetto stabilimento, cui sarebbe stato diagnosticato un caso di legionella".

"I medici della Asl – prosegue la nota di Atac – hanno svolto dei sopralluoghi e parlato con alcuni dipendenti senza intraprendere alcun provvedimento formale o informare il responsabile dello stabilimento circa gli esiti e gli sviluppi dell'attività". L'azienda infine conferma di "essere pienamente a disposizione delle autorità sanitarie per tutti gli approfondimenti che dovessero essere ritenuti necessari".

Il caso era stato reso noto questa mattina dal parlamentare Vincenzo Piso, appartenente al movimento politico Idea. "Saremmo dinanzi ad un caso gravissimo – aveva dichiarato Piso – probabilmente, dovuto alle condizioni igienico sanitarie pietose in cui versano gli ambienti dell'impianto. Dopo un primo esame della Asl, informata dall'ospedale di Rieti dove l'operaio è stato ricoverato per brorncopolmonite, le condizioni igieniche della rimessa risulterebbero decisamente precarie".“