Una lite tra vicini è degenerata al Pigneto, dove un uomo di 62 anni ha dato fuoco all'appartamento del piano di sopra, dove risiede una 38enne con cui aveva continui scontri per futili motivi tra vicini. Al termine dell'ennesimo scontro ha preso una bottiglia di liquido infiammabile, è salito al piano di sopra, lo ha cosparso sulla porta e ha appiccato l'incendio. La donna vive nell'appartamento con una figlia, che fortunatamente in quel momento non era in casa. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Piazza Dante, che in quel momento si trovavano a passare per circonvallazione Casilina, e hanno notato il fumo.

Sul posto i vigili del fuoco che hanno evacuato la palazzina e spento le fiamme, che hanno provocato danni ingenti all'appartamento. Ad avere la peggio l'aggressore, rimasto gravemente ustionato mentre appiccava l'incendio, e trasportato in codice rosso al Policlinico Umberto I con ustioni su entrambe le gambe.